Gli Aragonesi

I feudi di casa Sangineto passarono a Venceslao Sanseverino in quanto portati in dote dalla moglie Margherita Sangineto nel 1382. Nel 1404 subentro’ il figlio Ruggiero Sanseverino e nel 1433 il nipote Antonio. Nel 1439 Belvedere fu distrutta dagli Aragonesi perché governava Antonio Sanseverino, fedele agli Angioini. In quegli anni non ci furono coltivazioni e pascoli.

Nel 1459 il feudo di Belvedere ando’ a Luca Sanseverino avendo dichiarato fedelta’ a Re Ferrante d’Aragona (in foto) e nel 1472 a Gerolamo Sanseverino.

Nel 1490 avvenne la definitiva conquista del castello da parte degli aragonesi e Re Ferdinando d’Aragona, nella parete accanto alla torre maestra, fece apporre una larga pietra rettangolare sostenuta da due putti con lo stemma aragonese.

Dal 1488 al 1492 Belvedere venne amministrata da Paolo Sersale da Sorrento, su incarico di Re Ferdinando d’Aragona (in foto),   il quale la proclamo’ “Citta’ ” il 25 ottobre 1488. Tale titolo fu poi confermato dall’imperatore Carlo V°, Re di Spagna e d’Austria, il 7 agosto 1543. La dinastia dei Sanseverino continuò con bernardino Sanseverino (1494 – 1515) Pietro Antonio Sanseverino (1515-1539) e Nicolò Bernardino Sanseverino (1539-1576)

Categorie

Archivi